Pronti per le vacanze?

ombrellone-colori

In questo periodo il mammaweb è pieno di consigli per passare delle vacanze serene. Creme, mal d’auto, punture d’insetto, intrattenimenti eccetera. Tutto utilissimo, per carità. E quindi anche io voglio unirmi al coro e darvi i miei consigli per le vacanze, i viaggi, trasferimenti, gite e quanto altro.

La paura è che i pargoli possano annoiarsi e quindi via a portarsi borse e valigie di giochi, giocattoli e libri, oltre a portarsi i millemila bagagli e bagaglietti che seguono sempre una famiglia.

Ebbene, il mio consiglio facile e divertente che potete realizzare da soli o con i vostri piccoli e che richiede davvero poco tempo e poco impegno è: non portate proprio nulla! Facile, no?

La vacanza è e deve essere una sospensione delle regole del quotidiano, anche perchè una routine tanto rassicurante per i più piccoli la dovrete ricreare in vacanza, solo che sarà e dovrà essere diversa da quella di tutti i giorni, altrimenti che vacanza è?

Ebbene, lasciate a casa tutto e fate giocare i bambini con ciò che trovano e se non trovano nulla allora sì che la sfida si fa stimolante e il bebè si inventerà qualcosa di straordinario.

Oggi giocavo alle bambole con le mie bambine, non ne avevo tanta voglia invero, ma per quel po’ che ci ho giocato mi sono impegnata eh? E mentre ripassavo mentalmente le cose da portare -siamo di nuovo in partenza-mi chiedevo se non fosse il caso di portare anche quelle bambole con le quali stavamo giocando. Poi però mi è tornato alla mente che l’ultima volta che siamo stati fuori mia figlia Emma aveva disegnato due belle bambine/bamboline su di un foglio di carta poi le aveva ritagliate e si era messa a giocare con quelle. Ecco, questo esempio è per me folgorante e tanto poetico e dimostra quanto i bimbi sappiano organizzarsi in totale autonomia quando non sono circondati da tutto il necessarioindispensabiledesiderabile.

Non sono mai stata di quelle mamme superorganizzate da ricordarsi sempre tutto, quindi non ho mai avuto nulla che intrattenesse le bambine lì dove non avevano accesso a ciò di cui normalmente dispongono (poco, in verità, ché noi siamo austeri), e devo dire che mai me ne sono pentita e mai abbiamo sentito la mancanza dei giocattoli che, anzi, abbiamo ritrovato con piacere una volta rientrati a casa.

Uniche due accortezze: carta e penne/pennarelli/colori (per i più raffinati anche i pennelli ché improvvisare delle pitture con l’acqua può sempre essere bello e divertente) e l’oggetto transizionale se ne hanno uno. Per chi non sapesse cos’è l’oggetto transizionale ve lo riepilogo brevemente dicendovi che è la cosa più puzzolente che il vostro angelo in genere si tiene più stretto e porta dietro. Ecco, abbandonare Teddy in città equivarrebbe ad abbandonare un canetto sull’autostrada, quindi vedete che potete fare.

Vi saluto, vi auguro buone vacanze, vi bacio, vi abbraccio e spllaaassshhhh

Advertisements

2 thoughts on “Pronti per le vacanze?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s