Paponexpress? What’s that??

E oggi è papone a scrivere e ci racconterà delle sue emozioni sul “Paponexpress”!!! Il paponexpress è un mezzo di trasporto un po’ strano: è sempre molto affollato, viaggia lentolento e mastica (non divora, badate bene) la strada con metodo e pacatezza. Lo si può incrociare ogni mattina di bel tempo nell’itinerario casa/scuola/asilo e viceversa,…

Se avessi un figlio maschio…

Alla prima gravidanza desideravo tanto, ma proprio tanto una figlia femmina. L’idea di un maschietto non mi sfiorava proprio. Alla seconda gravidanza volevo una femminuccia e avevamo già il nome, bellissimo. Alla terza, inaspettata gravidanza, volevo fortissimamente una femminuccia ed è arrivata Violetta. Quando qualcuno ci dice che manca il maschietto risponde tranchant  Emma dicendo…

Un premio amorevole

Ho ricevuto un bel premio, il mio primo premio da blogger: quanto ne sono orgogliosa!!! E sul simbolo che lo rappresenta c’è anche un bel cuore e mi è stato donato da una delle prime amiche “virtuali” che ho. E allora mi soffermo appena un po’ per riflettere su quale grande opportunità sia la rete…

Appartenere o non appartenere, questo è il dilemma

Eccomi qui, l’esclusa. Sperimento sempre e da sempre tutta la nostra non-appartenenza, la nostra diversità. Della mia famiglia d’origine prima; della mia adesso.  Quando avevo sette anni, negli anni ottanta, i miei mi portarono a vivere per diverso tempo in Africa. Allora il turismo c’era, ma non era un turismo di massa quindi c’erano ancora…

Il mago di Oz

Abbiamo appena finito di leggerlo. Ci ha fatto compagnia per il numero giusto di sere visto che non è né troppo lungo né troppo corto. Ha un linguaggio semplice, lineare e comprensibile, e anche se in ogni storia se ne nascondono altre non si perde mai il filo della narrazione. Questo è molto importante soprattutto…

Spazio vitale

Quando ero piccola nella mia scuola c’era un giardino, che aveva anche una pista per correre. Talvolta ci portavano lì a giocare; lì preparavamo i giochi della gioventù e sempre lì ci allenavamo a correre. In quella scuola, oggi, c’è un parcheggio a spina di pesce per contenere quante più macchine possibili. Quando ero piccola…